A livello globale, la pesca rappresenta uno dei maggiori settori di produzione economica in tutto il mondo, ma solo in Argentina è stimato a 0,7 de su PIB, dopo di che continua a ottenere record nelle esportazioni con un aumento interannuale di 8,7%. Se tali dati sono dettagliati da un punto di vista statistico, Questo ci mostra uno dei settori produttivi più rilevanti in Argentina., che rivela anche un'enorme potenzialità che è possibile attraverso la stimolazione di un'amministrazione e un ordinamento responsabile, nell'ambito di una visione strategica in cui la sostenibilità delle zone di pesca del mare argentino deve essere presa in considerazione.

L'equazione tra ciò che è l'estrazione e le misure di conservazione, sono presentati come i più alti al mondo. Nei nostri giorni, Studi scientifici ci hanno mostrato una performance di variabili che consente loro di vantare un trend di crescita abbastanza stabile e altrimenti positivo in vista del prossimo decennio.. Al giorno d'oggi, lui 90% ciò che viene pescato è per l'esportazione. Tra le specie che vengono solitamente commercializzate ci sono i gamberi, calamar illex, nasello e polacco, che rappresentano a 75% del valore totale.

Ormai da diversi decenni, alle esportazioni di pesca è stato affidato il compito di sorpassare l'industria del confezionamento delle carni in una proporzione di 42 al 39%. Quando siamo in presenza di tali dati, È abbastanza sorprendente che anche gli osservatori più scettici concordino con questi risultati.. Per l'anno 2018, è stato stimato che tale anno è diventato una pietra miliare per quanto riguarda il recupero delle esportazioni di carne dopo periodi di chiusura, dove sono stati esportati 501 migliaia di tonnellate verso 19 paesi del valore di quasi $ s 2000 milioni, mentre nella pesca veniva esportata quasi la stessa quantità di tonnellate (489 mille) in oltre cento paesi del valore di $ s 2100 milioni.

Durante il primo semestre di 2019, i prodotti ittici classificati all'ottavo posto tra quelli noti sono le principali esportazioni argentine, rispetto ad altri come l'acciaieria, farmaceutica e ciò che viene prodotto in diverse economie regionali. È importante considerare che nessun altro prodotto argentino viene esportato in così tante destinazioni diverse.. Negli ultimi quattro decenni è stato possibile localizzare i prodotti della pesca intorno 150 paesi.

Durante 2018, tutta questa diversificazione dei log che ha attirato almeno i clienti 101 paesi, tale escalation rappresentava solo una gamma geografica abbastanza notevole nel caso di essere confrontata con la Norvegia, dal momento che quel paese ha una posizione leader nel mondo delle esportazioni di prodotti della pesca verso 140 paesi. Secondo il rapporto del sottosegretariato alla pesca e all'acquacoltura, lui 41% di tutte queste esportazioni erano concentrate nell'Unione europea, Nel frattempo lui 29% nel blocco Asean, lui 10% nella nafta, 7 % nel Mercosur e 10% residuo.

Se queste percentuali vengono suddivise in ordine di importanza nelle loro vendite ai paesi, lui 27% corrisponde alla Spagna, 14% una Cina, 9% Stati Uniti e 7% Japón, Italia e Brasile rispettivamente.